Guida alle agevolazioni fiscali 2017

Categorie: Acquistare Casa - Blog

Bonus Fiscali 2017
Sei alle prese con l’acquisto di un immobile e stai cercando disperatamente una guida alle agevolazioni fiscali per l’acquisto di una prima casa? Allora sei decisamente nel posto giusto!

Infatti il tema delle agevolazioni fiscali può essere molto contorto e non sempre di facile comprensione per la maggior parte delle persone. Ma se stai per acquistare la tua prima casa comprendere quali sono tutte le agevolazioni fiscali disponibili durante l’anno 2017 può permetterti di risparmiare decine di migliaia di euro!

Infatti attraverso il bonus prima casa 2017 è possibile usufruire di tutta una serie di agevolazioni fiscali molto vantaggiose: tali agevolazioni sono disponibili sia per gli acquisti fatti da imprese, privati, agenzie immobiliari e addirittura anche per acquisti su successioni e donazioni!

Inoltre i requisiti per usufruire di tale bonus sono abbastanza generici, quindi è altamente probabile che puoi rientrare in questa categoria privilegiata. Se già a sentire la parola tasse ti viene il mal di testa, puoi stare tranquillo: ti guiderò passo per passo nel mondo delle detrazioni fiscali per l’acquisto della tua prima casa, spiegandoti in modo semplice e veloce quali sono tutti gli aiuti di cui puoi usufruire.

Sei pronto? Andiamo!

 

LE AGEVOLAZIONI FISCALI DEL 2017 PER L’ACQUISTO DELLA PRIMA CASA

Se sei un giovane che sta pensando di acquistare la sua prima casa, magari insieme al partner (uomo o donna che sia), lasciati dire una cosa: stai facendo maledettamente bene!

Infatti in moltissime zone i prezzi sono ancora molto bassi, a fronte di una qualità dell’immobile più che invidiabile. Se stai cercando casa nella zona di Valle Camonica, magari tra le zone di Darfo Boario Terme, Niardo, Breno o Pisogne, ci sono molti immobili appetibili che aspettano un proprietario proprio come te.

Bonus per la prima casa

Con i bonus di questa guida, puoi acquistare con sicurezza un’ottima casa come abitazione per sistemarti e goderti il tuo futuro. Infatti non devi dimenticare che l’immobile di proprietà non è solo una piccola comodità, ma anche un investimento.

Ricordati che acquistando la casa avrai la certezza di non dover pagare l’affitto, oltre ad avere la possibilità di rivenderla in futuro per magari guadagnarci anche qualcosa.

Anche durante l’anno 2017 è possibile usufruire di moltissimi incentivi e detrazioni fiscali attraverso una riduzione dell’iva sull’acquisto della prima casa, una riduzione dell’imposta di registro e notevoli agevolazioni fiscali per i giovani che richiedono un mutuo per la loro prima abitazione. Inoltre, aspetto estremamente importante, è possibile usufruire di tali agevolazioni anche se si è già in possesso di una casa, ma a patto di venderla entro 18 mesi dal nuovo acquisto.

Che dire…basta acquisti dettati dalla fretta di non avere un tetto sopra la testa! Si può cercare con calma il proprio nido, trattare accuratamente sul prezzo e poi rivendere la propria vecchia abitazione solo una volta che ci si è stabiliti in quella nuova!

Ma ora, basta tergiversare: andiamo a vedere nel dettaglio tutti i piccoli trucchi che ti permetteranno di risparmiare svariate migliaia di euro.

Soldi che, ricordiamocelo, fanno molto comodo per le tante piccole ristrutturazioni o per l’acquisto di mobili e ornamenti, che potranno rendere la tua nuova casa un piccolo gioiello invidiato da tutti i tuoi amici e parenti.

CHE COS’È IL BONUS PRIMA CASA 2017 E QUALI SONO I REQUISITI

Il bonus prima casa 2017 serve a indicare tutta una serie di incentivi fiscali che ti permette di risparmiare notevolmente sull’acquisto di un immobile da adibire come abitazione principale.

Usufruendo di tale bonus, infatti, è possibile usufruire di importanti detrazioni fiscali per l’acquisto della tua prima casa.

Se possiedi i requisiti giusti puoi risparmiare moltissimi soldi grazie a una riduzione dell’Iva, dell’imposta di registro e perfino dell’irpef.

Quali sono tali requisiti?

Presto detto: qui sotto c’è l’elenco completo.

  • Non avere un immobile adibito ad abitazione principale nello stesso comune in cui si vuole acquistare.
  • Non essere titolari di diritti di uso, usufrutto o abitazione di un immobile nello stesso comune in cui si vuole concludere l’acquisto della nuova casa.
  • Avere (o richiedere entro 18 mesi) la residenza nel comune in cui si vuole procedere all’acquisto dell’immobile (questo non è necessario se si ha il luogo di lavoro nello stesso comune in cui si vuole concludere l’acquisto della prima casa).
  • L’immobile da acquistare non è accatastato nelle categorie di immobili di lusso.

Una volta che si possiedono questi requisiti è possibile usufruire di tutte le agevolazioni del bonus prima casa 2017 attraverso l’aiuto di un notaio.

Se stai cercando un immobile da acquistare nelle zone di Darfo Boario Terme, Niardo, Breno o Pisogne e non sei sicuro di avere tali requisiti, contattaci subito: non solo ti aiuteremo a trovare la casa dei tuoi sogni, ma sarà nostra cura verificare se rispondi ai requisiti per richiedere il bonus prima casa 2017.

Hai tutti i requisti? Fantastico! Allora puoi continuare la lettura per vedere quali sono tutte le detrazioni fiscali che ti faranno risparmiare fior di quattrini!

Ti manca uno o più dei requisiti elencati sopra? Peccato, ma non disperare: c’è una sorpresa anche per te! Infatti verso la fine di questo articolo sono indicate tutte le agevolazioni per poter richiedere un mutuo. Le agevolazioni per richiedere il mutuo sono del tutto indipendenti dal bonus prima casa 2017, quindi ne puoi usufruire anche se non fai parte della categoria di acquirenti sopra indicata!

BONUS PRIMA CASA 2017: ECCO QUALI SONO TUTTE LE DETRAZIONI FISCALI

Ma quindi, quali sono queste detrazioni fiscali? Non è che come al solito si parla tanto e poi si risparmiano a malapena due spicci?

Se te lo stai chiedendo, sei subito accontentato: qui sotto sono elencate tutte le agevolazioni fiscali per la prima casa di cui è possibile usufruire con questo bonus.

Detrazioni fiscali prima casa

  • Nel caso di acquisto da un’impresa costruttrice:
    • L’Iva è al 4% invece che al 21%. Nel caso di un acquisto di un immobile stiamo parlando di svariate migliaia di euro di risparmio (se stai acquistando un immobile a un prezzo medio di 150.000 euro, puoi risparmiare oltre 25.000 euro . . . So’ ssoldi, dottò!)
    • Inoltre l’imposta ipotecaria, catastale e di registro è di 200 euro ognuna.
  • Nel caso di acquisto da un privato o da un’impresa che vende in esenzione Iva:
    • L’imposta di registro è al 2%.
    • L’imposta ipotecaria e catastale è di 50 euro ognuna.
  • Nel caso di acquisto da un’agenzia immobiliare, è possibile una detrazione dell’Irpef al 19% sulle provvigioni dell’agente che si è occupato dell’intermediazione (ma solo fino ai 1.000 euro).

Inoltre con il bonus prima casa 2017 è possibile usufruire anche di un credito d’imposta: infatti chi vende una casa e la riacquista può sottrarre l’imposta del precedente acquisto a quella da pagare (ma solo se il tempo tra la vendita e l’acquisto è inferiore ai 12 mesi).

Ciliegina sulla torta, il bonus prima casa 2017 può essere applicato anche nel caso di acquisti per successione e donazione: in questi casi, infatti, l’imposta ipotecaria e catastale è uguale al caso in cui si acquisti da imprese costruttrici.

Ma attenzione a fare i furbi! Devi sapere, infatti, che nel caso di false dichiarazioni per usufruire dei bonus previsti, non solo si vedranno cadere tutte le agevolazioni, ma bisognerà anche pagare una cifra maggiorata del 30%. Inoltre tali agevolazioni decadono (ma ovviamente senza la maggiorazione) anche nel caso in cui si rivenda l’immobile entro i 5 anni e non si riacquista un immobile da adibire ad abitazione principale.

Se vuoi sapere tutti i bonus nel dettaglio (che, per ovvie ragioni di spazio, non posso elencare tutti qui), puoi cliccare qui per scaricare la guida ufficiale dell’Agenzia delle Entrate sulle agevolazioni fiscali per l’acquisto della prima casa nel 2017.

Che dire, se prima di questo articolo eri emozionato all’idea di acquistare la tua prima casa, ormai starai fremendo dalla gioia!

Infatti a prima vista questi possono sembrarti una carrellata di numeri senza senso. Ma nel caso di acquisto di un immobile, le spese fiscali sono quelle che pesano di più durante la compravendita.

Grazie a questo bonus è possibile risparmiare migliaia e migliaia di euro che possono essere utilizzati in maniera molto più saggia e intelligente.

Una vacanza? Una bella automobile nuova fiammante? Un idromassaggio per la tua nuova casa?

Lascio a te la scelta. Sono convinto che non avrai difficoltà a trovare un buon posto per questo bel malloppo inatteso. 😉

Ma le sorprese non sono finite, infatti è possibile usufruire di molte agevolazioni anche nella richiesta del mutuo, e la cosa bella è che tali detrazioni è che sono del tutto indipendenti dal bonus prima casa. Quindi è possibile utilizzarle anche se, per fatalità, non rientravi nella categoria dei privilegiati che possono acquistare la prima casa a un prezzo di favore.

TUTTE LE AGEVOLAZIONI PER LA RICHIESTA DEL MUTUO

È possibile usufruire di importanti agevolazioni anche per la richiesta del mutuo, condizione praticamente indispensabile per la maggior parte dei giovani durante l’acquisto della prima casa.

Come ho già accennato, è possibile utilizzare queste agevolazioni anche se non si può richiedere il bonus prima casa del 2017.Fondo Garanzia

Infatti, attraverso il Fondo di Garanzia, è possibile ottenere il 50% della quota capitale richiesto, in caso si sia impossibilitati a richiedere fideiussioni a terzi. Inoltre, grazie a tale Fondo, è possibile sospendere il pagamento delle rate fino a 18 mesi per cause legate a licenziamento o a malattia.

Come usufruire di tali agevolazioni? Presto detto: bisogna avere le seguenti caratteristiche.

  • Il mutuo deve servire per acquistare la tua prima casa.
  • La coppia che richiede il mutuo deve comporre un nucleo familiare (anche se non sposati) da almeno 3 anni. Inoltre, almeno un membro della coppia deve avere un’età inferiore ai 35 anni.
  • L’immobile da acquistare non deve essere di lusso.
  • Bisogna essere assunti come lavoratori con contratti atipici.

In questo modo è possibile avere le agevolazioni descritte sopra per la richiesta del mutuo. Perché non approfittarne?

CONCLUSIONE

Se stai per acquistare la tua prima casa, ti invidio: questo è uno dei momenti più belli nella vita di una persona.
Anche se ogni tanto ti può venire il mal di testa tra tutti questi numeri, ti consiglio vivamente di goderti il momento: ripenserai a questi giorni come molta gioia in futuro!

E grazie a questa guida, puoi risparmiare moltissimi soldi nel tuo acquisto. Mi raccomando, se pensi che uno dei tuoi amici di Facebook possa beneficiare di questa guida, clicca sul pulsante per condividerla sul tuo social preferito.

Non solo farai un grandissimo favore al tuo amico (che ti sarà molto riconoscente!), ma sarai tempestato di domande da tutti i tuoi contatti, che ti chiederanno se stai davvero facendo il grande passo! 😉

E ricordati: se stai cercando o vendendo un immobile nella zona di Valle Camonica, e quindi nei dintorni dei paesi di Darfo Boario Terme, Niardo, Breno o Pisogne, contattaci subito.

Non solo ti guideremo passo per passo a usufruire di tutte le agevolazioni fiscali per la tua prima casa, ma ti aiuteremo anche a trovare la soluzione migliore per le tue esigenze.

Perché ricordatelo: un diamante è per sempre, ma è in una casa che c’è il tuo futuro! 🙂

 

 

 

 

My Cam

ACCEDI

Salva le tue ricerche e gli immobili preferiti. Accedi agli strumenti di monitoraggio del mercato.